piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

verso il pronto soccorso _ 7.2.2012 dopo 4 giorni di disagi per neve

verso il pronto soccorso _ 7.2.2012 – ore 16 – dopo 4 giorni di disagi per neve in Alta Irpinia la viabilità -sia regionale (ANAS) che Provinciale (SP)-  non è considerata un’emergenza; raggiungere l’ospedale zonale di S.Angelo dei Lombardi -unico presidio sanitario di montagna- è difficile; lo si vuole chiudere ma raggiungere Avellino o Ariano è ancora peggio (vedi altro fotoservizio); arrivati all’Ospedale rimaniamo di stucco …

About these ads

Written by A_ve

7 febbraio 2012 a 17:11

Pubblicato su Petizioni

Taggato con , , , , ,

9 Risposte

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Gli elicotteri hanno finito di essere in movimento……..la neve li ha sommersi…!!!!

    Michele Troiano

    8 febbraio 2012 at 16:25

    • la neve ha sommerso l’incapacità di una classe politica e amministrativa a dir poco incompetente

      giovanni ventre

      8 febbraio 2012 at 17:37

  2. Innanzitutto la neve è un evento naturale e come tale possibile in zone collinari montuose quali sono quelle in oggetto, inoltre, oggi, grazie alle previsioni si sapeva di questa ondata di maltempo da diversi giorni prima che giungesse sulle nostre teste. Il problema è semplice, nessuno se ne fotte di quattro gatti sparsi in questa terra di “confino”, Caldoro e l’intero consiglio regionale hanno dichiarato da tempo guerra alle minoranze e noi purtroppo o per fortuna siamo una minoranza, la maggior parte di questi signori fanno politica solo per ingrassare i loro conti correnti, per acquistare proprietà e far sparire come farebbe magnificamente “Silvan” nei suoi spettacoli migliaia di milioni di Euro come fossero un banale fazzoletto colorato, che poi fanno riapparire per porcelo ed asciugarci le lacrime scaturite dalle nostre vite ormai sofferenti e sofferte. Chi resta in Irpinia lo fa per scelta e va rispettato, invece di chiudere gli ospedali, chiudiamo la politica, quando i signori del progresso si presentano alle tavole rotonde o alle conferenze dovremmo avere il coraggio civico di invitarli ad allontanarsi, a disertare. Non voterò mai più da qui a quando vivrò e lo dico ad alta voce, finchè qualcuno non abbia il coraggio di denunciare con fermezza le porcherie che si stanno consumando a danno di questa bella e amata terra. Il Napolicentrismo non è un invenzione è una realtà che ci sta uccidendo, è naturale che col tempo Napoli e la zona costiera soproffollata si dovrà spostare in territori più accoglienti e noi siamo la risposta naturale a questa richiesta, ma allora perchè si chiudono gli ospedali, le ferrovie, le fabbriche, le speranze ??? Perchè questa terra serve per altri scopi e scusatemi se sono ripetitivo l’Irpinia è terra di pecorai e contadini, gente inutile, gente sorpassata, retrograda, una sorta di popolo delle montagne da spazzare via per fare posto alle grandi discariche di cui ha bisogno la Napoli Milionaria che purtroppo è oggi l’esatto contrario di quella messa in scena dall’ immenso Eduardo De Filippo. Un Capoluogo di Regione se vuol essere tale deve saper farsi carico anche delle consorelle più deboli, di tutte, senza nessuna esclusa, Napoli piuttosto che una madre si sta comportando come una severa e becera matrigna. Sottolineo che il mio sfogo non è rivolto al cittadino napoletano in quanto tale ma alla amministrazione regionale che è certamente una delle peggiori carestie capitate dal dopoguerra ad oggi.
    Inoltre voglio far notare a chi legge che tutti i disagi che stiamo patendo grazie all’ondata di neve e gelo doneranno non pochi benefici ad altri, la neve andrà a rinvigorire le sorgenti, i fiumi, i laghi e gli invasi, tutta acqua che scorrerà in particolare nelle tubazioni dell’ Aquedotto pugliese, gratuitamente, gratuitamente, gratuitamente, gratuitamente … e che lo stesso, grazie alla attiva politica della giunta Vendola, ha già messo in vendita in bottiglie in varie catene di supermercati … non pago l’acqua, la imbottiglio e la rivendo , io posso e devo guadagnare sull’acqua, chi me lo fornisce no !!! Siamo alla follia, pura e semplice follia. Andiamo avanti e vediamo se qualcuno vuole il culo di noi irpini, è gratis anche quello, approfittatene venite tutti alla fiera dell’assurdo !!!

    giovanni ventre

    8 febbraio 2012 at 10:52

  3. Purtroppo la situazione è peggiore di quanto possa sembrare, non solo l’Ospedale non lavora a pieno regime ed il Pronto Soccorso manca di personale addetto, ad esempio un Ortopedico, ma è anche difficile arrivarci. Se non fosse per la grande umanità dimostrata da coloro che ci lavorano, il Pronto Soccorso potrebbe già essere considerato off-line… Non so dire di chi sia la colpa, magari sarà anche una nevicata inaspettata ma qui si stanno vedendo cose che ti lasciano a bocca aperta; anche se la situazione sta lentamente migliorando, non ci sono garanzie che non peggiori all’improvviso! Ma allora cosa si aspetta a dichiarare lo stato di calamità naturale? Nella mia ignoranza penso sia arrivato il momento di smetterla di piangersi addosso o di dare la colpa a chissà chi, rimbocchiamoci le maniche e diamoci da fare pensando innanzitutto agli anziani soli in casa e isolati dal mondo esterno!

    Massimo Giordano

    8 febbraio 2012 at 08:39

  4. POSTO LETTO ESAURITI NEGLI OSPEDALI DI AVELLINO : http://www.ottopagine.net/common/interna.aspx?id=23790

    Caldoro e Florio vogliono chiudere ospedali e pronto soccorso in Irpinia.
    Quando si dimettono ?
    Ma ci sono ancora consiglieri regionali irpini ?

    piccoli paesi, il blog della nuova ruralità

    8 febbraio 2012 at 08:04

    • piccoli paesi ringraziano maria tolmina e orticalab

      piccoli paesi, il blog della nuova ruralità

      7 febbraio 2012 at 18:43

  5. Ci sono passato sabato mattina, oltre ai vari passaggi e svincoli ostruiti (parcheggio ecc.) ho notato che i fari dell’eliporto erano TUTTI ACCESI……. alle 10 di mattina!
    Eppure di fronte c’è il deposito Anas con diversi spazzaneve e sale depositato. Mah
    Vero è che ci sono mille problemi e difficoltà con questa VERA emergenza neve, ma dall’altro lato è evidente un continuo spreco di tempo ed energie assolutamente non giustificabile.
    Manca la corretta applicazione e gestione dei piani di emrgenza….che tutti i Comuni “dovrebbero” avere e che “dovrebbero” interagine con quelli provinciali e regionali. Anzichè operare e, soprattutto, verificare quello che succede sulle strade, si pensa ai comunicati stampa!!!

    agostino della gatta

    7 febbraio 2012 at 17:34


I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: