piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

Intrecci d’Autore

INTRECCI D’AUTORE

Dal 13 al 20 maggio in Irpinia si svolgerà una manifestazione culturale di ampio respiro, come non si vedeva da anni. Intrecci d’Autore è un festival letterario itinerante in Irpinia: otto giornate di incontri con autori, scrittori, narratori, studiosi, giornalisti.

Incontri su tematiche che animano il dibattito contemporaneo: Etica, Politica, Potere, Potere, Economia. Liberalismo, Identità, Differenza, Arte, Noir d’Autore, Occidente, Sud. Lezioni magistrali, racconti di vita.

Letture critiche dei classici della letteratura italiana e un omaggio all’Irpinia: l’attore Enrico Lo Verso aprirà il festival il 13 maggio al Carcere Borbonico di Avellino, con letture scelte di Un viaggio elettorale di Francesco De Sanctis. Musiche dal vivo.

Una giornata di Studi, sarà dedicata al tema della guerra civile spagnola nella letteratura e nel cinema. Donne e violenza nella guerra (17 maggio) con l’intervento di studiosi dell’Università di La Rioja, Tarragona, Lleida: Maria Teresa Gonzales de Garay, Francisco tovar Blanco, Manuel Fuentes.

Una sezione di studi sarà dedicata agli itinerari narrativi e filosofici del Primo Novecento (15 maggio)e svilupperà il tema de La tensione verso l’infinito in Carlo Michelstaedter.

Una sezione di studi sarà dedicata al principe dei musici, Carlo Gesualdo, e ai suoi madrigali (20 maggio) musicati dal Maestro Mario Jovele , ad accompagnare la lectio magistralis della flautista Luisa Curinga su La fortuna di Carlo Gesualdo nel XX secolo.

E inoltre rappresentazioni teatrali e spettacoli accompagnati da degustazioni di prodotti tipici locali : Intrecci d’Autore si propone di veicolare un brand Irpinia, che rimandi alle eccellenze e alle tipicità del territorio.

Un crescendo di emozioni : musici, artisti, letterati e filosofi, esperti di comunicazione contamineranno i linguaggi d’Autore.

Il festival adotta fluide forme di comunicazione (incontri/dibattiti) nel tentativo di ravvicinare la distanza tra la scrittura al linguaggio parlato, corrente. In un intreccio di parole, musica, arte.

Saranno proposti itinerari storico/culturali e percorsi guidati nei luoghi e nei sapori del festival, a riscoprire l’eccezionalità di una Terra da vivere.

Spazi aperti accoglieranno la rassegna culturale. I piccoli borghi d’Irpinia saranno proiettati su uno scenario nazionale. Auditorium, piazze, giardini, sale e cortili di ‘cantine’ storiche saranno le dimore prescelte ad ospitare il festival.

I luoghi della I edizione di Intrecci d’Autore sono: Avellino, Castelvetere sul Calore, Chiusano san Domenico, Montoro Superiore, Paternopoli (Cantine Famiglietti), Rotondi, S. Angelo all’Esca, Taurano, Villamaina, Tenuta Cavalier Pepe (S. Angelo all’Esca) La collina ricevimenti (Luogosano)

Il progetto si avvale del Patrocinio dell’Università di Roma Luspio, Università di Roma IV, Università del Sannio..

Un focus sull’attualità con Giuseppe Acocella, Pino Aprile, Michele Affinito, Daniela Calabrò, Elisa Calessi, Antonio Candeloro, Eugenio Capozzi Francesco Coviello, Gennaro D’Avanzo, Walter Di Gemma, Luisa Curinga, Biagio De Giovanni, Giuseppe Maria Falci, Francesco Saverio Festa, Giuseppe Failla, Mauro Fabi, Rosa Maria Grillo, Giuseppe Iorio, Labate Tommaso, Giusi Furnaro Luvarà, Giacomo Marramao, Sebastiano Martelli, Marco Maugeri, Carlo Mearilli, Gianluca Melillo, Angelo Mellone, David Micheletti, Carla Perugini, Antonella Russo, Michele Rak,Rosalia Zabelli.

Il progetto – ideato da Carmine De Angelis e Raffaella Luise – è promosso dalla Associazione Culturale Onlus Paolo Raffaele Troiano e organizzato con la compartecipazione di: Provincia di Avellino, Ufficio di Presidenza UPI Regione Campania, Cantine Famiglietti, Tenuta Cavalier Pepe, Ristorante La Collina ricevimenti, Comuni di Castelvetere sul Calore, S.Angelo all’Esca, Montoro Superiore, Rotondi Taurano, Villamaina, Istituto comprensivo G.Tendindo di Chiusano San Domenico.

Approfondimenti al link: http://www.irpiniainfestival.it/

About these ads

4 Risposte

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Molto interessante.
    Ma addirittura scrivere che è una manifestazione culturale di ampio respiro (lo è certamente) “che non si vedeva da anni” mi pare veramente fuori dalla realtà irpina degli ultimi anni appunto e.
    Cito le prime cose che mi vengono in mente : Il borgo dei filosofi; Cairano 7x 2009 e 2010

    lucabattista

    5 maggio 2012 at 15:23

  2. Questo intreccio di interventi e confronti multiculturali, in questo periodo di crisi economica grave, di rappresentanza politica, sorda alle ripetute istanze di cambiamenti che avanzano dalla società, e addirittura di affievolita credibilità di valori e di rappresentanza istituzionale, mi fa piacere che si svolga nella mia terra d’origine, l’Irpinia. E spero che l’esito non siano le oziose chiacchiere, dei 10 e 100 convegni, cui spesso si assiste, ma almeno piccoli semi, che, se germogliati, rimettano in moto un po’ di speranza e di fiducia e che arrivi, almeno alla gente del luogo, la sensazione che la cultura, nel senso più ampio del termine, può aiutare a capire questo periodo recessivo e a creare le premesse per il suo superamento. A. Siciliano

    angelo siciliano

    5 maggio 2012 at 09:12

  3. Grazie a Piccoli Paesi ho saputo dell’iniziativa, gli irpini fuori regione spesso non sanno nulla di quanto accade in Irpinia. Evviva la Buona Comunicazione!

    Fernanda Ruggiero

    4 maggio 2012 at 07:51


I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: