piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

Due novembre appenninico_Commemorazione di un paese quasi defunto

Nebbia e buio diurno.

Cecità e pigrizia.

Ieri, più morto che mai, era il paese.

Anche i vivi erano al camposanto.

Annunci

Written by francat

3 novembre 2011 a 10:34

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Maledizione, in questo modo passiamo alla putrefazione: un po’ di vita, di coraggio, che diamine.

    domenico cambria

    4 novembre 2011 at 07:28

    • il mio non è pessimismo, è sarcasmo. semplice constatazione di un appiattimento culturale della popolazione, che non “smuove”, che non rivitalizza una comunità. è un’esortazione ad uscire da questa staticità, perchè senza un pò di vita, passeremmo alla putrefazione! (“Anche i vivi erano al camposanto”,= il cimitero di Vallata è sito in Viale del Tramonto, simbolo del decadimento, della strada verso la morte! i vivi non dovrebbero essere lì, un giorno all’anno può bastare!)

      francesco cataldo

      4 novembre 2011 at 10:37

  2. Purtroppo non solo ieri che ci siamo recati
    sulla sua tomba a deporre fiori
    Il dolore ci ha resi fragili e senza emozioni.

    Buona giornata
    Gina

    sonoqui

    3 novembre 2011 at 11:54


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: