piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

Un popolo da ricostruire (caposele 28 dicembre 2011)

 

“Un popolo da ricostruire. A trent’anni dal terremoto, fiducia e mutamenti sociali in una comunità irpina” è il titolo della ricerca che Teresa Caruso ha condotto nel 2011 per l’Osservatorio Permanente sul Doposisma e che sarà presentata a Caposele il 28 dicembre alle 18 presso la sala polifunzionale in piazza XXIII novembre.

Da antropologa, Teresa Caruso ha cercato di interpretare i cambiamenti sociali seguiti al terremoto: come la ricostruzione abbia inciso nel tessuto sociale del paese e quanto un disastro possa cambiare la vita delle persone e il loro modo di vivere la comunità. Per farlo ha vissuto sette mesi a Caposele,  raccolto circa 360 questionari, si è confrontata con le famiglie caposelesi, con le associazioni, l’amministrazione locale e con i cittadini.

 

I risultati della ricerca sono stati poi inseriti nel rapporto 2011 dell’Osservatorio, intitolato “La fabbrica del terremoto. Come i soldi affamano il Sud”, che contiene anche uno studio sugli effetti macroeconomici delle catastrofi internazionali e italiane, curato da Lucia Lorenzoni e Nicola Zambli dell’Area Ricerche del Monte dei Paschi di Siena, un’intervista a Gianfranco Viesti, economista e direttore della Fiera del Levante, e un quadro della situazione delle aree industriali campane e lucane create dopo il sisma del 1980 a cura di Pietro Simonetti e Stefano Ventura.

Dalla ricerca di Teresa Caruso e dagli altri contributi emergono diversi spunti di riflessione e di analisi sulla condizione economica e antropologica delle comunità irpine, e le pagine della ricerca aprono anche a possibili vie d’uscita dalla situazione di forte disagio che le zone interne del Meridione vivono.

L’Osservatorio Permanente sul Doposisma, diretto da Antonello Caporale, è parte integrante della Fondazione MIdA, con sede a Pertosa e Auletta (Salerno), e ha come missione quella di promuovere non solo ricerca, ma anche dibattito e momenti di confronto sulla memoria e sul futuro dei luoghi e delle comunità.

Il momento di confronto è nato per iniziativa del Comune di Caposele, del periodico “La Sorgente” e della locale Pro Loco. Interverranno, dopo i saluti del sindaco Pasquale Farina, Francescantonio D’Orilia (presidente della Fondazione Mida), Salvatore Conforti  (La Sorgente), Raffaele Russomanno (Presidente Pro Loco), Gerardo Ceres (sindacalista), Cesara Alagia (Anpas Campania) e Stefano Ventura (Osservatorio sul Doposisma). Modererà l’incontro Manuela Cavalieri (giornalista).

 

Written by A_ve

27 dicembre 2011 a 12:52

Pubblicato su Varie

Tagged with

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: