piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

invito da Tonino Lapenna

Cari lettori di ‘Piccoli Paesi’, in allegato un file PDF di promozione di un viaggio da me organizzato dall’Irpinia per il Carnevale a Cento. Questa iniziativa fa parte di un campo di interessi per me non nuovo ma a cui sto dando una spinta con proiezioni molto interessanti per il futuro, alcune molto vicine alle necessità di rinascita e rivalutazione dei Borghi del Sud dell’Italia. Le iscrizioni sono aperte fino al 3 febbraio 2012 _ Cordiali saluti_ Tonino Lapenna

Cento Ferrara.pdf

Written by A_ve

29 gennaio 2012 a 19:29

Pubblicato su Varie

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Forse sono troppo legato all’irpinia ed al lavoro che sto facendo per questa terra, anche con attività e azioni oltre i confini provinciali, regionali e nazionali, ma non riesco ad intravedere, almeno per quello che si legge nel programma allegato, quali possano essere le “…….proiezioni molto interessanti per il futuro, alcune molto vicine alle necessità di rinascita e rivalutazione dei Borghi del Sud dell’Italia”.
    Non per essere polemico, mi auguro soltanto che di fatto ci siano, anche se non si percepiscono.

    agostino della gatta

    30 gennaio 2012 at 17:17

    • x Agostino
      Il riferimento non è evidentemente a questo programma, che vuole solo essere un momento di aggregazione tra amici. Per programmi, sostanzialmente diversi, che possono interessare i nostri luoghi e non solo, avremo sicuramente modo di parlarne in un prossimo futuro, magari sarà motivo di un nostro incontro, anche con amici comuni.
      Saluti
      Tonino Lapenna

      Tonino Lapenna

      3 febbraio 2012 at 10:45

      • Bene…mi fa piacere il chiarimento e resto sempre disponibile per attività che siano di valorizzazione “concreta” dell’Irpinia. E’ un periodo in cui la comunicazione “inesatta” regna sovrana, causa anche la facilità di scrittura e condivisione dei social network, ed anche perchè in teoria ormai abbiamo migliaia di promotori virtuali. Resto del parere che il territorio bisogna viverlo, prima di promuoverlo.
        Buon lavoro e cordiali saluti.

        agostino della gatta

        6 febbraio 2012 at 07:57


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: