piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

Archive for maggio 2014

CAIRANO RIFIORISCE con i visionari di 7x

PROSSIMO APPUNTAMENTO VISIONARIO : Sabato 21 Giugno 2014. RECUPERA / RIABITA. IL PROGRAMMA E’ QUI.

COS’E’ CAIRANO 7X ? clicca QUI

Written by A_ve

30 maggio 2014 at 11:51

Docufilm con Antonello Caporale a Contursi

Written by A_ve

30 maggio 2014 at 08:48

CAIRANO FIORITO _ 7 giugno 2014 _ 7x

CAIRANO 7X 2014

SUCCEDE A CAIRANO 7X _ video girato sabato 7 giugno a CAIRANO FIORITO _ https://piccolipaesi.wordpress.com/2014/06/11/succede-a-cairano/

CI VEDIAMO A CAIRANO _video girato sabato 7 giugno  https://www.youtube.com/watch?v=yiGLf9swzdk

PROGRAMMA 7 GIUGNO 2014 + REGOLAMENTO CONCORSO

regolamento concorso.pdf

programma 7 giugno.pdf

locandina.pdf

TUTTO SU CAIRANO 7X

 

cairano fiorito

Written by A_ve

29 maggio 2014 at 10:54

7x ad Avellino ore 11

Written by A_ve

29 maggio 2014 at 08:33

Pubblicato su Cairano 7x

Un ultimo pensiero

UN ULTIMO PENSIERO

Video di una scuola di Avellino candidato al Giffoni Film Festival

L’odio per il diverso, il disprezzo per la dignità umana, una terribile psicosi collettiva: sono gli elementi di una storia recente impossibili da cancellare, che non possono essere più dimenticati. Rimane un silenzio duro, implacabile, che sigilla le bocche e che si fa accompagnare solo dai pensieri di chi, condannato a morte per un inesistente peccato, non può far altro che attaccarsi ai ricordi di una vita, semplice e lineare, che sarebbe stato bello continuare a vivere.

SOSTENIAMO L’IRPINIA AL GIFFONI FILM FESTIVAL! Votare è facilissimo: su http://www.giffonifilmfestival.it/scuola/mygiffoni.html >> “votazioni” >>> UN ULTIMO PENSIERO >> “vote”

https://www.youtube.com/watch?v=hWu4dsQHOJM

Written by A_ve

29 maggio 2014 at 08:06

Pubblicato su Varie

il Touring Club Italiano nel Borgo di Castelvetere

Nel Borgo di Castelvetere col Console del Touring Club Italiano – Campania Eduardo Gori, il neo-Sindaco Giovanni Romano, il direttore di Irpinia Turismo Agostino Dellla Gatta, il presidente della ProLoco e i soci TCI Angelo Verderosa e Camillo De Lisio. Per Castelvetere : auspicabili ‘bandiere’.

Written by A_ve

28 maggio 2014 at 08:32

31 maggio a Castelvetere con FORUM dell’Appennino

Written by A_ve

26 maggio 2014 at 11:28

Pubblicato su Varie

ECCO CAIRANO 7X 2014

logo_7x

 

 

 

COS’E’ CAIRANO 7X  ?

E’ un appuntamento per soli visionari che si tiene in un piccolo borgo dell’Appennino meridionale. Nei giorni più lunghi dell’anno, dal 2009,  convergono a Cairano (Alta Irpinia) : studiosi, poeti, contadini, musicisti, artisti, architetti  da ogni parte d’Europa. Il paese riapre le proprie case e si riabita per pochi lunghi giorni. Si fondano nuove relazioni tra le persone e il paesaggio, alla ricerca di una bellezza qui felicitante.

Inno al paesaggio, VIDEO

Cairano 7x, fotoVIDEO

2009-2010-2011 Materiali

Cairano 7x in 107 post 2009-2011

Cairano 7x in 67 POST 2011-2012

Cairano 7x in 1007 FOTO

Rassegna stampa 2009-2010

Rassegna stampa 2014 

 

QUAL’E’ IL PROGRAMMA 7X 2014  ?

Vasto, visionario, complesso; dal 7 giugno al 10 agosto : ‘Orto Comunitario’, ‘Borgo Fiorito’, ‘Recupera/Riabita’, ‘Festival dei corti’, ‘Laboratorio teatro-azione’,  ‘Cantine aperte’, ‘Accoglienza diffusa’.

‘ORTO COMUNITARIO’, un esperimento resiliente

Cosa ci resta se non la terra e l’acqua, il sole e l’aria? In Alta Irpinia a Cairano, 340 abitanti arroccati ai confini della Lucania, nelle terre interne del mezzogiorno, parte l’Orto comunitario. Il progetto, ideato dall’associazione culturale l’Albero Vagabondo apre la stagione di Cairano 7X 2014, ed ha un valore fortemente simbolico e identitario.

A pochi metri dall’osservatorio geo-cosmico della Rupe di Cairano, sulle sponde del Lago di Conza, c’è uno dei panorami più belli delle terre dell’osso … CONTINUA A LEGGERE, GUARDA LE FOTO, CLICCA QUI 

– 1° appuntamento : sabato 7 GIUGNO con ‘CAIRANO FIORITO’ 

cairano fiorito

 MERCATINO DEI FIORI /  LABORATORI DI CERAMICA RAKU /  LABORATORIO DI GIARDINAGGIO  /  PERFORMANCE PITTORICA  / ALLESTIMENTI E TESTIMONIANZE  /  CONCERTO QUARTETTO FIATI  /  MOSTRA DEL CERAMISTA  /   7 SCRITTORI X CAIRANO

COLAZIONE COMUNITARIA

PROGRAMMA COMPLETO, clicca QUI

 

 

 

 

 

-2° appuntamento : sabato 21 giugno con ‘RECUPERA / RIABITA’, restart 2014  

recupera riabita logo

Sabato 21 Giugno 2014. RECUPERA / RIABITA. IL PROGRAMMA aggiornato E’ QUI.

Un programma itinerante, partito nel 2012 dall’Abbazia del Goleto in Irpinia col ‘Cammino di Guglielmo’. Quest’anno a Volturara (17 maggio), a Castelvetere (31 maggio), e a Cairano 7x (21 giugno).

Paesaggio, Ambiente e Agricoltura per recuperare e riabitare l’immenso patrimonio rurale dell’Appennino meridionale. Una costellazione di piccoli paesi spopolati e tanta terra abbandonata : ripartire dalle risorse naturali per recuperare relazioni, paesaggi e architetture. Riabitare l’entroterra, invertire i programmi governativi : dalla bruttezza delle immense periferie metropolitane alla bellezza dei piccoli borghi. Necessitano buone idee, volontà convergenti, artisti e lavoratori di ogni tipo, relazioni tra i pochi imprenditori residenti, sgravi fiscali, trasporti pubblici efficienti (ferrovie), comunicazione e promozione attiva.

CAIRANO 7X – SABATO 21 GIUGNO 2014

RECUPERA / RIABITA, restart 2014

PROSSIMO APPUNTAMENTO VISIONARIO : Sabato 21 Giugno 2014. RECUPERA / RIABITA. IL PROGRAMMA E’ QUI.

Sabato 21 GIUGNO

  • CERCHIO dell’ORTO / visita collettiva all’Orto Comunitario, apertura del giorno più lungo dell’anno con i colori dell’Albero Vagabondo; con il Maestro Giovani Spiniello e i bambini di Cairano.  I bambini installeranno sul recinto dell’orto i loro disegni e troveranno ognuno  un fiore da adottare  e una favola da scrivere per difendere l’Appennino.  

VISIONARY RURAL CORNER / 7 ore no-stop. Testimonianze per la salvezza del territorio appenninico e della salute alimentare : esperienze di autoproduzione alimentare, economia sostenibile, scenari alternativi, risorse naturali, paesi e paesaggi, nuova ruralità, cultura abitativa dell’Appennino, recupero e architettura. Obiettivo : stabilire relazioni felicitanti e produttive sul territorio; far conoscere tra loro i nuovi protagonisti della rinascita dell’Appennino rurale.      

  • Intervengono :  Luigi Fiorentino (Sottosegretario Ministero Affari Regionali), Giovanni Pandolfo (Console Regionale TCI Campania),  Paolo Scudieri (Eccellenze Campane), Pasquale Persico (Univ. di Salerno), Gregorio Soldivieri (Borgo di Terravecchia), Peppe Zullo (Scuola Internazionale di cucina), Diego Lama (architetto-giornalista), Massimo Bottini (Italia Nostra), Luigi Pucciano (Amsterdam–Acri), Stefania Emmanuele (Ecomuseo Parco Nazionale del Pollino), Vincenzo Cassano (Autoproduzione alimentare), Pietro Mitrione (Ferrovie), Gianni Fiorentino (Fiorentino Agricola), Eduard Natale (No-Petrolio Irpinia), Virginiano Spiniello (Forum Ambientale Appennino), Gerardo Vespucci (Istituto Sup. Maffucci Calitri), Antonio Vespucci (Pioniere eno-gastronomico), Raffaele Capasso (Imprenditore), Camillo De Lisio (Storico dell’arte e del paesaggio), Gianni Marino (Archivio Storico CGIL), Agostino Della Gatta (Albergo Diffuso Borgo di Castelvetere), Amedeo Trezza (Casale il Sughero), Vincenzo (Mulino Margotta), Viviana Malafarina (Basilisco vini), Giovanni Ventre (Ninco Nanco), Michele Minieri (Hirpus), Giuseppe Di Domenico (Cairano Orticola), Amato Natale (Cooperativa Agricola Giovani Teora), Roberto D’Agnese (Tarantella for Africa), Riccardo Dalisi (Premio Compasso d’Oro alla carriera), Luciana Pinto (Slow Food Alta Irpinia), Mariangelo Spagnoletti (scultore, scenografo), Pino Guerriero (Cammino tra due mari), Antonio Luongo (Forno Ecologico), Luca Pugliese (Fluido Ligneo EO), Désirée Risolo (Locus Iste), Caterina Martone (Le Masciare, azienda agricola), Antonio Romano (Economista Blogger), Paolo Saggese (Poesia del Sud), Antonio Cianciulli (Acca Software), Mario Marciano (Grafistudio Associati),   Eduardo Alamaro (Storico della Ceramica)                  … elenco aperto _ _ _ _ _ _ _ Conducono Vincenzo Di Micco (Prima Tivvù) e Angelo Verderosa (Piccoli Paesi). Chiesa San Leone, dalle 10 alle 19
  • Presentazione dei Video-clip : ‘RECUPERA-RIABITA’ e  ‘I MULINI della SALUTE’
  • AFFABULATORI FELICITANTI / con Dario Bavaro (Direttore artistico 7x) e Luigi D’Angelis (Sindaco di Cairano); in video-collegamento con Franco Dragone. Mensa comunitaria, dalle 13 alle 15.
  • PRANZO nell’ORTO / il grande chef Peppe Zullo insegna a cucinare i prodotti dell’Orto Comunitario 7x
  • COMUNICARE per DIFENDERCI, workshop diretto a cittadini, associazioni e comitati civici: vuole fornire gli strumenti di comunicazione di base per informare l’opinione pubblica attraverso i media sulle criticità ambientali rilevate nel proprio territorio. Evento di sensibilizzazione ambientale: linee strategiche di comunicazione, ufficio stampa, sito web. Con Virginiano Spiniello, Eduard Natale e Chiara De Gregorio. Lab. Marketing Ecologico UNISOB. Sala Carissanum, dalle 16 alle 18,30
  • IL DESERTO ABITATO, mostra fotografica di Antonio Bergamino, Claudia D’Angelis e Mariano Di Cecilia. Una lettura di Cairano per raccontare il rapporto esistente tra gli abitanti e lo spazio in cui vivono.  Corso fotografico ‘come raccontare il Paesaggio, il reportage in pochi fotogrammi; dalle ore 11 Sala Carissanum.
  • PAESAGGIO CAIRANO, in mostra le opere di Antonio Luongo; dal 20 al 22 giugno; via Irpino.
  • PAESAGGIO, OPERA D’ARTE / inizio ore 19 / omaggio al sole nel giorno più lungo dell’anno (biglietto d’ingresso: 1 euro)
  • MUSICA E TEATRO :  “il Terzo eccetera” presenta “Questa valle sacra”; di e con Vincenzo Blues; ore 21 Chiesa San Leone.
  • CANTINE APERTE, riaprono le antiche Grotte del VINO / con Mario Marciano, Piero e Massimo Di Silverio & C.
  • SCUOLA di MONTEMARANESE, festa di danza nella notte più corta dell’anno
  • I MERCATINI della SALVEZZA ALIMENTARE / con Slow Food Alta Irpinia / piatto-cena : pani, salumi, formaggi, dolci, vini; punto info e adesioni

Domenica 22 GIUGNO

  • ESERCIZI di AMMIRAZIONE nel PAESAGGIO, anteprima 7 scrittori x Cairano
  • ESCURSIONE ARCHEOLOGICA, visita guidata ai ruderi di Santa Maria in Elce e San Zaccaria / con Michele Solazzo e Milena Saponara. E con Sinergie Bisaccia e il Cammino di Guglielmo
  • CORPUS DOMINI, Processione nel borgo
  • PREMIO RECUPERA / RIABITA, 1^ edizione / cerimonia di assegnazione del premio; visita guidata alla casa riabitata, accoglienza e festeggiamento felicitante.

Partecipano :  Costituenda Fondazione 7x Terre felicitanti, Forum Ambientale dell’Appennino, Piccoli Paesi, L’Albero Vagabondo, IrpiniaTurismo, Slow Food Alta Irpinia, Prima Tivvù, Il Giornale dell’Architettura, Comune di  Cairano. Con Dragone Group Entarteinment.

 

 

Tutto su ‘Recupera / Riabita’, clicca QUI

 

7x crono 2014

 

Salviamo l’Appennino meridionale. Il 31 maggio 2014 a Castelvetere sul Calore

Forum Ambientale dell’Appennino
Costituendo centro ricerche, studi e documentazione
RESTART!
Salviamo l’Appennino meridionale!
Albergo diffuso Borgo di Castelvetere sul Calore (AV), 31 maggio

Eolico selvaggio ed elettrodotti senza pianificazione e tutela paesaggistica e ambientale, emissioni fuori norma nei nuclei industriali, esplorazioni petrolifere in zone sismiche e nelle cassaforti idriche, impianti a biomassa che diventano inceneritori, discariche abusive, interramenti e sversamenti diffusi in montagna, prelievi indiscriminati di acque sorgive, depuratori malfunzionanti, deflusso minimo vitale non rispettato, bacini idrici a rischio inquinamento, mancato ristoro ambientale. E ancora, chiusura dei piccoli ospedali, dei tribunali, dei presidi scolastici, degli uffici postali, spopolamento, dismissione dei nuclei industriali nelle aree interne. E infine, normativa ambientale non rispettata, inadeguata e nuovi cambiamenti in arrivo che favoriranno la centralizzazione delle decisioni e la speculazione energetica in atto togliendo voce ai popoli delle aree interne.

Il Forum Ambientale dell’Appennino, costituendo Centro studi, ricerche e documentazione, dopo l’incontro sulla Piana del Dragone a Volturara il 17 maggio, continua il viaggio di “Restart! Recupera e Riabita” che si conclude a Cairano nel solstizio d’estate e porta al centro dell’agire collettivo un illustre assente dal dibattito politico, il più grande giacimento di risorse naturali e biodiversità: l’Appennino meridionale. Il 31 maggio nell’Albergo diffuso Borgo di Castelvetere sul Calore (AV) “Salviamo l’Appennino meridionale!” e individuiamo le criticità ambientali per risolverle e ripartire dalle bellezze naturali e dai nostri splendidi piccoli borghi. Si inizia alle 9.00 con l’escursione al Monte Tuoro offerta da Irpinia Trekking con due tipi di percorsi per i più esperti e i neofiti del trekking. Il pomeriggio, alle 15.30, c’è la visita allo splendido borgo medievale e, alle 16.30 inizia il Workshop, patrocinato dall’Archivio Storico CGIL di Avellino e introdotto da Agostino della Gatta, di Irpinia turismo, che relazionerà sull’esperimento dell’Albergo diffuso. Intervengono Alessandro Iacuelli, scrittore e attivista, che proporrà a comitati e associazioni il metodo di mappatura e pulizia delle microdiscariche abusive realizzato insieme a Let’s do It Italy sul Vesuvio e Andrea Piermarocchi, del gruppo di ricerca dell’Università di Teramo del professor Enzo di Salvatore sulla “posizione del proprietario non responsabile nel procedimento di bonifica dei siti inquinati e nell’ordinanza sindacale di sgombero dei rifiuti”. L’obiettivo è fornire a chi è vittima di sversamenti abusivi gl istrumenti giuridici per tutelarsi e proporre alle istituzioni la mappatura e pulizia delle microdiscariche nelle aree di ricarica delle sorgenti partendo dalle aree demaniali dei comuni.

Al termine dell’incontro operativo inizia lo Speakers’ corner, l’angolo degli oratori a cui sono invitati a partecipare comitati, associazioni, enti, istituzioni e liberi cittadini, per segnalare criticità ambientali e creare gruppi di lavoro specifici su aree tematiche segnalate. Le questioni ambientali non sono più derogabili, i piccoli comuni non hanno i fondi per occuparsi della bonifica montana e la mancanza di pianificazione strategica nell’uso delle risorse naturali è oramai inammissibile. In una prima fase abbiamo chiesto alla politica di lasciarci il tempo di riflettere per elaborare le nostre proposte, ma siamo stati presi alla lettera, sono ancora tutti fermi e questioni come l’individuazione delle priorità strategiche e le modalità di spesa e utilizzo dei fondi comunitari sono assenti dal dibattito elettorale. Per questo, ancora una volta, affermiamo, con forza, Giù le mani dalla Terra, dall’Aria, dall’Acqua! Vi aspettiamo il 31 maggio, a Castelvetere sul Calore (AV), iscrivetevi nella Sezione Speakers’ Corner di www.forumambientale.org e … Restart!

Mail: info

info

Written by A_ve

21 maggio 2014 at 13:14

Pubblicato su Varie

Orto comunitario, esperimento resiliente

ORTO COMUNITARIO A CAIRANO
Un esperimento resiliente

Cosa ci resta se non la terra e l’acqua, il sole e l’aria? In Alta Irpinia a Cairano, 340 abitanti arroccati ai confini della Lucania, nelle terre interne del mezzogiorno, parte l’Orto comunitario. Il progetto, ideato dall’associazione culturale l’Albero Vagabondo apre la stagione di Cairano 7X 2014, ed ha un valore fortemente simbolico e identitario.

A pochi metri dall’osservatorio geo-cosmico della Rupe di Cairano, sulle sponde del Lago di Conza, c’è uno dei panorami più belli delle terre dell’osso, una parte che ancora resiste all’immanente devastazione finto-energetica del paesaggio appenninico.

Qui parte l’esperimento resiliente dell’Orto comunitario di Cairano, una scommessa lanciata alla popolazione che potrebbe sembrare una provocazione: tornare alla terra, mentre tutti la abbandonano. Restare anziché scappare. In queste terre non c’è ancora la cognizione necessaria a percepire l’attuale ritorno all’agricoltura; qui coltivare la terra non fa ancora tendenza, il ricordo della terra arcigna è ancora presente e le nuove generazioni la rifuggono.Ma è la capacità di adattarsi ai cambiamenti, quella capacità di resistere che si trova nelle situazioni più difficili, la possibilità di identificare risorse, di generare rete, di sviluppare rapporti e creare nuove relazioni felicitanti la premessa per avviare un esperimento di coltivazione comunitaria. Una ricerca dell’identità originaria attraverso relazioni tra vecchio e nuovo, tra interni ed esterni, tra la vita e la morte.

La comunità di Cairano avrà a breve un orto da curare; pomodori e fagiolini, peperoni e melenzane, fave e piselli saranno colori e sapori da comunicare e assaporare durante gli appuntamenti visionari di Cairano 7X (primo appuntamento ‘Recupera/Riabita’ dal 20 al 22 giugno prossimo) diretto da Dario Bavaro col sostegno dell’Amministrazione Comunale guidata da Luigi D’Angelis e del grande show maker Franco Dragone. Il gruppo iniziale è formato da Antonio Zarra, maestro dell’Orto e Sebastian Scura dell’Istituto Superiore Maffucci di Calitri, dagli indigeni senior Michele Vitiello e Giuseppe Frieri (papà dell’orto); ieri pomeriggio, 12 maggio, nei lavori di squadratura e irrigazione hanno collaborato Antonio Luongo, Claudio Ferraro e Giuseppe Di Domenico; attrezzature e semi rientrano nel supporto di Franco Dragone alla comunità di Cairano. Il progetto si inserisce nella campagna di sensibilizzazione e promozione degli orti biologici e sociali dell’Albero Vagabondo.

info http://www.alberovagabondo.it

mail favole

L’Albero Vagabondo Piazza Duomo 2, Avellino http://www.alberovagabondo.it

Written by A_ve

15 maggio 2014 at 18:10

Pubblicato su Varie

Acquedotti di Campania e Puglia a rischio per l’inquinamento in Piana del Dragone.

Forum Ambientale dell’Appennino
Costituendo centro ricerche, studi e documentazione
RESTART!
La Piana del Dragone: intervenire per la salvaguardia dell’acqua potabile del sud.
Volturara Irpina (AV), 17 maggio 2014

La Piana del Dragone è uno dei più importanti bacini idrogeologici dell’Appennino meridionale e riveste una rilevanza strategica per l’approvvigionamento di acqua potabile del mezzogiorno alimentando le sorgenti che approvvigionano tre grandi acquedotti: l’Alto Calore, l’Arin di Napoli e l’Acquedotto Pugliese. Anche se la qualità delle acque irpine è attualmente buona, il carico inquinante che si accumula da decenni può trasmettersi alle sorgenti.
Il 17 maggio alle ore 16.30 presso la Sala consiliare del Comune di Volturara irpina (AV) si terrà un Workshop nel quale saranno evidenziati i rischi ambientali e gli interventi da mettere in atto nei dodici comuni del bacino idrico chiedendo agli enti e alle istituzioni competenti di intervenire per valutare le criticità emerse nel Report “Bacino idrogeologico della Piana del Dragone. Inquinamento, centri di pericolo, ipotesi, proposte, soluzioni” consultabile on line nella sezione Documenti del sito www.forumambientale.org.

L’iniziativa rientra all’interno del programma “Restart! Recupera e Riabita: ripartiamo dalle risorse naturali e i borghi dell’Appennino” edè promossa dal Forum Ambientale dell’Appennino, costituendo Centro studi, in collaborazione con il Comune di Volturara e con la partecipazione di L’Albero Vagabondo, Comitato Tutela Fiume Calore, Comitato no petrolio Alta Irpinia, Le Aquile, Gesio, Misericordia e Pro Loco. L’incontro, dopo una visita al museo etnografico di Volturara e i saluti del Sindaco Marino Sarno, si apre con la relazione di Giovanni De Feo, professore aggregato di Ingegneria sanitaria ambientale presso l’Università Di Salerno e gli interventi di Sabino Aquino, geologo, Virginiano Spiniello, docente di marketing ecologico presso l’Unisob e Giuseppe Liotti, geologo, che hanno collaborato, insieme a Massimo Civita del Politecnico di Torino e Franco Ortolani della Federico II di Napoli, alla stesura del documento che è all’attenzione degli enti per invitarli all’azione. Al “Call to action”, il dibattito che seguirà, moderato da Vincenzo di Micco, dell’emittente PrimaTivvù, sulla quale andrà in onda, oltre ai comitati e alle associazioni di base sono invitati a partecipare e iscriversi in sala, indicando le iniziative che intendono mettere in campo, gli enti e le istituzioni competenti tra cui: i dodici comuni del bacino (Cassano Irpino, Castelvetere sul Calore, Chiusano, Montella, Montemarano, Salza Irpina, Santa Lucia di Serino, San Michele di Serino, Santo Stefano del Sole, Serino, Sorbo Serpico, Volturara Irpina), il Settore Ambiente della Regione Campania, l’Arin di Napoli, l’Alto Calore, l’Ato Calore, l’Acquedotto Pugliese, l’Arpac, il Genio Civile, lo Stapa Cepica, il Parco Regionale dei Monti Picentini, la Provincia, la Comunità montana Terminio Cervialto. I Monti Picentini occidentali hanno i requisiti per ottenere il riconoscimento Unesco Man and Biosphere, l’area va tutelata, ma anche valorizzata e in questa direzione va l’idea di un Biodistretto centrato su turismo e agricoltura sostenibile e un sistema di controllo e tutela ambientale elaborata nel Laboratorio di marketing ecologico di Scienze della Comunicazione del Suor Orsola Benincasa. Infine, con gli studenti dell’Università napoletana, il regista Stefano Scialotti, in collaborazione con il Web Magazine Padiglione Italia – Expo 2015 Milano, ha realizzato il numero zero del TG Good News 2015 sulla Piana del Dragone che sarà proiettato in apertura dei lavori.

Il programma di valorizzazione e tutela ambientale di Restart! proseguirà il 31 maggio nell’Albergo diffuso Borgo di Castelvetere, con un’escursione di Irpinia Trekking sul vicino Monte Tuoro. Il pomeriggio un nuovo incontro operativo patrocinato dall’Archivio Storico CGIL di Avellino, con gli interventi di Alessandro Iacuelli, scrittore e attivista, che proporrà il metodo di mappatura delle discariche abusive realizzato insieme a Let’s do It Italy sul Vesuvio, Andrea Piermarocchi, del gruppo di ricerca dell’Università di Teramo del professor Enzo di Salvatore, che relazionerà sull’intricata questione degli aspetti legali e normativi e Agostino della Gatta, di Irpinia turismo, sull’esperimento dell’Albergo diffuso. Restart! Recupera e Riabita terminerà a Cairano il 20, 21 e 22 giugno insieme a Piccoli paesi in occasione del programma Cairano 7X.

Info
Mail: info
Download documento: http://www.forumambientale.org/wp-content/uploads/2014/05/Piana_dragone_documentazione_generale1.pdf

info

Written by A_ve

14 maggio 2014 at 07:26

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: