piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

Recupera / Riabita _ intervento di Studiodeda

10500481_10204273858235399_2041804397232325883_nAutore  : Marco Terranova (Studiodeda + Naca + Zolla)

FB Naca . https://www.facebook.com/naCa.diLegno?ref_type=bookmark

FB Zolla . https://www.facebook.com/ZollaBio?ref_type=bookmark

Titolo   : Ri – Abitare a (quasi) km0

Bio       : Architetto – (quasi) artigiano siciliano, pratico ed indago i temi dell’abitare sostenibile attraverso la progettazione, il cantiere, l’autocostruzione e la formazione.

Un lavoro sempre di squadra, un corto circuito creativo tra materiali naturali, cibo genuino e socialità.

Testo   :

Ho sempre pensato che le idee vadano anzitutto praticate, sperimentate, verificate.

Questo breve contributo prende dunque forma attraverso le tre “prassi” attraverso le quali mi piace presentare le esperienze degli ultimi anni.

Studiodeda, Naca e Zolla corrispondono ad altrettanti approcci, strategie, visioni per praticare concretamente la sostenibilità.

Studiodeda è un network di professionisti, è il lavorare in rete, il ragionare, progettare e risolvere attraverso la collaborazione e la ricerca, unendo saperi e competenze vicine e lontane. L’isolamento di un territorio e la sua “immobilità” possono essere superati aprendosi, mettendosi in rete, portando ed ospitando esperienze altre, attivando processi di aggiornamento e di formazione continua.

Nei momenti di difficoltà, in cui le risorse sono scarse, sono il sapere, la capacità di immaginare, innovare, lavorare insieme e condividere che consentono di muoversi verso scenari altri.

Naca (culla) è il recupero del fare, del costruire a misura d’uomo e del suo territorio con tecniche, tecnologie e materiali alla portata della comunità locale. Si può costruire e ricostruire con sistemi costruttivi leggeri, flessibili ed adattabili, principalmente in legno, facili da assemblare, montare e smontare. Si può lavorare all’interno di officine attrezzate con macchinari poco costosi, magari a controllo numerico ed open source. La capacità progettuale è infinita perché è quella della “nuvola” (cloud computing), è quella di tutti i soggetti connessi alla rete.

Le finiture saranno naturali a base di materiali da produrre e trasformare localmente. Si potrebbe promuovere e sperimentare un’agricoltura di materiali da costruzione (legno, fibre, oli essenziali, terre).

Zolla è cibo genuino e socializzazione, è il costruire comunità attraverso il recupero della capacità di produrre e trasformare cibo sul proprio territorio con grande attenzione alla salute ed alle qualità nutrizionali, in armonia con i sistemi naturali. Il consumo del cibo è allora nuovamente convivio, occasione per condividere e stare insieme, opportunità di inclusione e formazione.

Il rilancio del territorio parte dunque da un radicale cambio di prospettiva. Ciò che dà valore al suolo non è più l’entità della cubatura che esso può ospitare ma la sua fertilità, la sua capacità generatrice e rigeneratrice, la sua capacità di produrre servizi ecologici e beni quali cibo genuino ed agromateriali.

Si costruisce a partire dal germoglio non più dal mattone.

Slogan: Innovazione + Immaginazione + Comunità

 

Annunci

Written by A_ve

4 luglio 2014 a 18:05

Pubblicato su Cairano 7x 2014

Tagged with ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: