piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

Archive for the ‘Paesi dell’Appennino’ Category

RESIDENZA BORGO BIOLOGICO 13-14-15 luglio 2018

leave a comment »

“RESIDENZA BORGO BIOLOGICO, ARCIPELAGO ITALIA”.  Evento culturale in Irpinia dal 13 al 15 luglio 2018. CONTENUTO e PROGRAMMA

logo arcipelago italia biennale di venezia 2018 C’è un “ponte” che si costruisce anno dopo anno tra una città grande ed un piccolo paese.   Anche quest’anno, gli allievi del prestigioso Master universitario di II Livello “Casaclima-Bioarchitettura” e gli animatori territoriali che fanno capo all’associazione “Irpinia 7x”, organizzano un’importante manifestazione culturale in Alta Irpinia,nei giorni 13 – 14 e 15 Luglio 2018, dal titolo:“Residenza Borgo Biologico, Arcipelago Italia”.

Il “Borgo Biologico” è un progetto realizzato a Cairano(Av), nell’entroterra appenninico italiano dove vivono 300 abitanti su una rupe, in una delle 5.000 “isole” di quell’Arcipelago Italia, tema portante del Padiglione Italia alla Biennale di Architettura di Venezia 2018.

Il Borgo Biologico di Cairano, già noto per aver ospitato negli ultimi 9 anni il festival visionario “Cairano 7x”, oggi è noto ad un pubblico più vasto, di artisti ed architetti europei soprattutto, per essere stato selezionato (tra oltre 500 realizzazioni) ed esposto alla Biennale di Venezia (fino al 25 novembre 2018) come progetto esemplare di recupero architettonico contemporaneo, capace di innescare riverberi positivi sia in ambito sociale che economico.

Il Borgo Biologico è stato quindi scelto come sede per ospitare tre giorni di incontri e di relazioni felicitanti sul recuperare e riabitare i piccoli paesi dell’Appennino.

Oltre alle visite di cantiere e ai laboratori didattici, è prevista per sabato 14 lugliouna giornata di studio che prevede la partecipazione di oltre 40 relatori: architetti, contadini, sindaci, artisti, docenti, scrittori, visionari; saranno lanciate visioni e proposte sul futuro dei piccoli paesi dell’Appennino.

Non si tratterà quindi della solita conferenza frontale o del convegno per addetti ai lavori ma di un laboratorio aperto e partecipato al cui centro c’è l’ascolto e la relazione tra i partecipanti: mettere insieme talenti ed energie individuali per sviluppare idee e progetti comunitari. E anche per parlare di sogni e visioni in una società che ormai li nega apertamente.

Gli organizzatori, confidando nella partecipazione di Vinicio Capossela e di Mario Cucinella, precisano che la manifestazione, come di consuetudine per le passate edizioni di Cairano 7x, è organizzata grazie al sostegno volontario di gruppi e associazioni locali e non gode di contributi economici di tipo pubblico. Oltre degli allievi del Master Casaclima-Bioarchitettura e dei soci di Irpinia 7x, l’organizzazione si avvale del contributo della Fondazione BioArchitettura che pubblicherà gli atti della manifestazione e del supporto promozionale del Touring Club Italiano mediante il Club di Territorio ‘Paesi d’Irpinia’.  L’Ordine degli Architetti della Provincia di Avellino sostiene e promuove la manifestazione con la partecipazione attiva della commissione “Cultura” e con il riconoscimento di crediti formativi.

PROGRAMMA (in via di definizione)

venerdì 13 luglio – Cairano 

  • ore 15  MALTE con inerti di recupero: visita di cantiere, impasto ed impiego delle malte con inerti di recupero.
  • ore 17  CAM (Criteri ambientali minimi): laboratorio tenuto da Wittfrida Mitterer e Angelo Verderosa.
  • ore 19  CASACLIMA-Bioarchitettura: video-proiezione delle tesi prodotte dagli allievi del Master, dibattito.
  • ore 22  SENTIERO ARCAICO: percorso notturno con voci e canti, a cura di Dario Bavaro.

sabato 14 luglio (Cairano e Calitri)

  • ore 8  SCAVO AL TEATRO, azione comunitaria per la scoperta e riscoperta di una memoria atavica (i partecipanti saranno dotati di pale e scope di saggina).
  • ore 10  RECUPERA-RIABITA, salviamo i borghi dell’Appennino. Giornata di studio e di relazioni. Analisi Testimonianze Progetti (8 CFP). Partecipano: architetti, contadini, sindaci, artisti, docenti, scrittori, visionari (a breve i nomi dei relatori che hanno dato conferma). *
  • ore 14  PRANZO CONVIVIALE, a cura della Pro Loco Cairano con lo chef _ _ _ . *
  • ore 18  MASSERIE e PAESAGGI d’Irpinia – Calitri (Av). Recupero del Borgo Castello a Calitri, visita guidata a cura di Vito De Nicola.
  • ore 20   Festa sull’aia nella masseria “Ad un tiro di schioppo”, Calitri (Av). **

domenica 15 luglio (Conza, Teora, Sant’Angelo, Paternopoli, Gesualdo)

  • ore 9  VIAGGIO NEL CRATERE, escursione guidata nei paesi distrutti dal terremoto del 1980 (4 CFP). Modelli di ricostruzione a confronto, analisi sul campo a 38 anni dal sisma; incontri con amministratori e testimoni della ricostruzione.

Conza della Campania (C. Beguinot – Walter Bordini), abbandono del centro storico e costruzione di una città-giardino.

Teora (Giorgio Grassi – Agostino Renna), demolizione e ristrutturazione urbanistica in sito.

Sant’Angelo dei Lombardi (Antonio Ianniello –Italia Nostra –Soprintendenza ), conservazione in sito.

  • ore 13  SOSTA IN CANTINA. Cantina Fiorentino, Paternopoli (Av). Visita guidata e degustazioni a cura di Gianni Fiorentino.
  • ore 15  IL PAESE DEL PRINCIPE MADRIGALISTA. Visita guidata dell’antico borgo di Gesualdo (Av), a cura di Zembalo B&B.

 

  • – – – – – – –

*  Per il convegno di sabato 14 (RECUPERA-RIABITA, salviamo i borghi dell’Appennino Giornata di studio e di relazioni. Analisi Testimonianze Progetti – intera giornata – 8 CFP), si avvisa che la capienza della sala è limitata a 70 posti. Tenendo conto del numero dei relatori e degli allievi del Master, i restanti 35 posti saranno prenotabili esclusivamente tramite iMateria (portale del Consiglio Nazionale Architetti); le prenotazioni daranno diritto a posti riservati e numerati in ordine cronologico di prenotazione. Il contributo di 25 euro (comprende il pranzo e la partecipazione alle spese per l’alloggiamento dei relatori extra provincia) dovrà essere versato al momento della registrazione in loco (ore 9,30 di sabato 14).

** La festa sull’aia di sabato 14 (sera) richiede un contributo di partecipazione alle spese per l’organizzazione della cena a buffet (15 €.); prenotazione obbligatoria (inviare email a segreteriairpinia7x@gmail.com); posti limitati.

Pernottamenti nel Borgo di Cairano: inviare e.mail a:  info@zembalo.it  (Raffaele Pietropaolo), prezzo convenzionato fino ad esaurimento posti (30 €. comprende posto letto x 2 notti): disponibili 3 B&B + 3 alloggi recuperati + case private.

Nei dintorni, a Calitri, Sant’Andrea di Conza, Bisaccia, Conza, Teora prenotabili  su Booking, QUI

  • – – –

INFO:  Francesca Pitisci, tutor CasaClima-Bioarchitettura / scrivere email a:  pitiscifrancesca@tiscali.it

Organizzatori 7x luglio e agosto 2018: Angelo Verderosa, Dario Bavaro, Mario Marciano, Raffaele Pietropaolo, Gianni Fiorentino, Benedetta Verderosa.

link di orientamento  https://piccolipaesi.wordpress.com/category/cairano-7x/

  • – – –

rassegna stampa

ORTICALAB  19 6 2018 (Maria Fioretti)

PICCOLI PAESI   25 5 2018 (Biennale Venezia)

Annunci

Convegno sullo sviluppo sostenibile delle comunità appenniniche

Nel “fuori salone” di Ecomondo 2017 appuntamento a Santarcangelo di Romagna (Rimini) con le comunità appenniniche.

Giovedì 9 novembre 2017, appuntamento di “Ecomondo Off” nel Convento di SS Caterina e Barbara a Santarcangelo di Romagna, con “Il Tempo Giusto delle Comunità Appenniniche”, giornata di riflessione sullo sviluppo sostenibile dei piccoli insediamenti umani lungo la spina dorsale d’Italia – Dalle 15 laboratorio creativo con presentazioni di esperienze virtuose di valorizzazione di piccole realtà appenniniche dal nord al sud Italia, a seguire passeggiata nel chiostro, sintesi dei lavori e, dalle 19, momento di riflessione e spunti per il futuro – Previsti interventi, tra gli altri, di Sandro Polci (direttore Festival Europeo della Via Francigena)

 Le piccole comunità dell’Appennino, una risorsa tutta italiana che oggi il turismo lento e il recupero delle buone pratiche di vita (corretta alimentazione, ritmi a misura d’uomo, socialità conviviale, ritorno alla natura) stanno riportando all’attenzione generale. Ma come proteggere, conservare e valorizzare, anche in una chiave di turismo responsabile, questi scrigni di bellezza, tradizioni, rituali, antiche manifatture, atmosfere rarefatte e vita slow?

Una risposta giunge da “Il Tempo Giusto delle Comunità Montane”, giornata di studio e riflessione che rientra nel calendario di eventi fuori salone di Ecomondo, tra i più importanti appuntamenti di green economy ospitato alla Fiera di Rimini dal 7 al 10 novembre prossimi.

La giornata di studio è ospitata nella suggestiva cornice del Convento di SS Caterina e Barbara di Santarcangelo dove si terrà il laboratorio creativo, nell’ambito del quale oltre a individuare i potenziali percorsi per uno sviluppo sostenibile delle comunità appenniniche saranno presentate numerose case history di valorizzazione in Italia, dalla Via Francigena ai Tratturi abruzzesi. Sono previsti gli interventi di Sandro Polci (direttore del Festival Europeo della Via Francigena), Angelo Verderosa (promotore di ‘Recupera/Riabita’, salviamo i piccoli borghi dell’Appennino), Aldo Giorgio Pezzi (responsabile Area Paesaggistica Mibact Abruzzo), Massimo Gottifredi (Responsabile Turismo Legacoop Nazionale), Massimo Bottini (Alleanza Mobilità Dolce) e Liviana Zanetti (presidente Apt Servizi Emilia Romagna).

A seguire un momento di riflessione e sintesi sulle tematiche emerse nel corso del laboratorio creativo, con un aperitivo nel chiostro del Convento, e la definizione delle future linee d’azione per la salvaguardia e valorizzazione delle comunità appenniniche.

Pasquale Persico / Franco Arminio, recenti contributi su aree interne

2017 05 07 Cammino di Guglielmo _ foto angelo verderosa8117    _ _ _  Invio recenti contributi su aree interne, saluti ai lettori di ‘piccoli paesi’ tutti. Pasquale Persico, Università di Salerno

il governo è caduto il 4 dicembre.docx

Arminio – Appunti per chi si occupa di sviluppo locale (1) (2).docx

.

 

Written by A_ve

22 maggio 2017 at 15:45

piccoli paesi per una nuova green economy

su ‘COSTOZERO’ un’analisi di Angelo Verderosa sulla possibile green economy dei ‘piccoli paesi’

verderosa x costozero.jpg

 

SFOGLIA ‘COSTOZERO’, leggi gli articoli

 

verderosa piccoli paesi su costozero.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

in Irpinia, lungo la via Appia

Una bella e calda giornata di sole d’ottobre per conoscere la bellezza dell’Irpinia, lungo la via Appia. 

A Frigento, dopo la calda accoglienza da parte del Sindaco Ciullo nella Biblioteca Pinacoteca al centro del paese, il gruppo di 50 partecipanti tra soci e non soci, con la guida del Prof. Michele Sisto, ha potuto ammirare il paesaggio a 360 gradi che si gode dall’altro degli spalti della zona ‘Limiti’; numerosi sono stati i riferimenti e gli approfondimenti sulla regina Viarum, l’Appia, perfettamente visibile nella nitida giornata di sole col suo rettilineo che proviene da Benevento e da Eclano e, toccata Frigento, va poi in direzione di Taverne di Guardia. Nel centro storico abbiamo scoperto le ‘cisterne romane’ e poi la bella Cattedrale dedicata a San Marciano con la cripta ricca di reperti di epoca romana.
Dopo la lauta sosta pranzo presso la Country House Le Conche di Villamaina e presso l’agriturismo Colle Irpino di Frigento il cammino è ripreso con la visita alle Terme di Villamaina,  note da millenni per le proprietà terapeutiche dell’acqua; con la guida dellArch. Enzo Di Gianni, co-progettista dell’opera, abbiamo visitato lo stabilimento di cure termali e le piscine calde all’aperto. E per belle vie interpoderali, immersi nel verde paesaggio del Carmasciano, siamo giunti puntuali alle 17 alle Mefite, passaggio obbligato dell’Appia seguendo i versi del VII Canto dell’Eneide di Virgilio “Est locus Italiae medio sub montibus altis, nobilis et fama multis memoratus in oris, Ampsancti valles ” Qui lezione magistrale di Sisto in qualità di esperto geologo e ammirazione commossa dei presenti del luogo millenario nella luce dorata del tramonto. Viva l’Irpinia. Il Touring Club Italiano sostiene la candidatura a Patrimonio UNESCO delle Mefite. 
Per la cronaca, e per il Touring, presenti alla manifestazione il console regionale Pandolfo, il console irpino Verderosa e il socio cattivo Di Leo. Da Napoli il console Serra e consorte.  _     foto angelo verderosa + giovanni liparulo + web

recupero dei piccoli paesi e alberghi diffusi

scario-le-nuove-frontiere-dellospitalita-geen.jpg

_Angelo Verderosa relazionerà sui piccoli paesi irpini, abbandonati dopo il terremoto del 1980 e recuperati a partire dal 1996 come ‘alberghi diffusi’ nell’ambito del programma dei Borghi della Terminio-Cervialto.

LE NUOVE FRONTIERE DELL’OSPITALITA’ GREEN

LE NUOVE FRONTIERE DELL’OSPITALITÀ GREEN
Piazza Immacolata, Scario Fraz San Giovanni al Piro
9 settembre 2016 ore 17:00

4 CFP
Saluti  

Ferdinando Palazzo Sindaco di San Giovanni al Piro

Tommaso Pellegrino Presidente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Enrico Andria Touring Club Italiano – Responsabile Club di Territorio di Salerno

Introduce e modera

Maria Gabriella Alfano Presidente Ordine Architetti PPC della Provincia di Salerno

Interventi

Alberghi diffusi e strutture ricettive ad alta sostenibilità ambientale nel Cilento e Vallo di Diano

Maria Giordano Architetto
Rossella Lenza Architetto
Mauro Severi Responsabile tecnico Finstral- Centro/Sud Italia
Ciro Fiorenza Architetto
Angelo Verderosa  Architetto

Buone pratiche verso rifiuti zero per il settore alberghiero e della ristorazione

Antonino Esposito Ideatore della strategia hotel e ristoranti Zero Waste

Partenariato pubblico/privato per ospitalità diffusa

Vincenzo Russo Presidente ANCE Aies

Ospitalità accessibile

Rosalba Fatigati  Consigliere Ordine Architetti PPC della Provincia di Salerno

Le opportunità della Programmazione 2014-2020

Giuseppe Carannante Capo Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo economico Regione Campania

Offerta turistica integrata

On.le Franco Alfieri Consigliere delegato Regione Campania

Conclusioni

On.le Fulvio Bonavitacola Vice presidente Giunta Regionale della Campania

UN GIORNO DA MONTELEONE

Un viaggio d’agosto nel piccolo paese di Monteleone di Puglia, al confine tra Puglia e Campania. Viste sconfinate dal paese più alto della Puglia, inserito in un magnifico paesaggio rotto solo dal proliferare delle pale eoliche. Con un centro abitato tenuto in ottima manutenzione, ricco di case e di chiese. Con un’amministrazione impegnata nel cercare un futuro, attraverso l’arte e la cultura, per il ripopolamento del paese. Ad esempio col “Centro per la non violenza e la Pace” che con grande cura e devozione sta portando avanti il Prof. Rocco Altieri, originario proprio di Monteleone.

Oltre i murales curati di recente da Willoke, ci ha colpito: “ATTENZIONE, RALLENTARE: in questo paese i bambini giocano ancora per strada” e: “LA GUERRA E’ FOLLIA”, lapide posta proprio sopra il monumento dei caduti !

a.v. 2016 08 11

CLICCARE su una singola foto per ingrandire e sfogliarle tutte.

Written by A_ve

15 agosto 2016 at 18:26

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: