piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

Archive for the ‘Varie’ Category

ALTA INCAPACITA’

Inaugurazione Stazione Alta Velocità di Afragola: promessi collegamenti in bus anche da Avellino ma mancano collaudi, strade, parcheggi e fogne; foto-servizio de Il Mattino di giovedì 8.6.2017 :

 

Written by A_ve

9 giugno 2017 at 20:05

newsletter maggio 2017 _ LINK ATTIVI

Paesi d’Irpinia, nuove notizie maggio 2017  

IL CAMMINO DI GUGLIELMO”, oltre 100 tra camminatori e pellegrini hanno ripercorso il cammino di Guglielmo dalle Mephite (candidatura Unesco) a Rocca San Felice, fino all’Abbazia del Goleto.

I COMMENTI E LE BELLE FOTO DI UNA GIORNATA LEGGERA E FELICE, QUI

A MORRA DE SANCTIS, nel bicentenario della nascita, L’ECCELLENZA DELLA VISITA TEATRALIZZATA SUI LUOGHI DI FRANCESCO DE SANCTIS, un’occasione da non perdere, INFO e FOTO QUI

Le preoccupazioni di IMPATTO AMBIENTALE dei Comitati Civici Irpini riguardo la strada in costruzione LIONI-GROTTA in prossimità dell’alveo delle Mefite (candidatura Unesco), approfondimento QUI

Prossimi appuntamenti:

SABATO PROSSIMO 20 MAGGIO, seminario su Paesi e Paesaggi rurali attraverso il PSR Campania; tra i relatori Angelo Verderosa, info QUI

DOMENICA PROSSIMA 21 MAGGIO, escursione cicloturistica in Irpinia d’Oriente, info e adesioni QUI

domenica 28 maggio  _ Lungo l’Appia (3): da Bisaccia ad Aquilonia, info e adesioni QUI

dal 31 maggio al 4 giugno _ EXPONE GESUALDO, la fiera del Sud, videoclip QUI

domenica 18 giugno _ Montecalvo Irpino e Buonalbergo, info e adesioni QUI

sulle strade del VINO, da Cassano Irpino a Castelfranci a Paternopoli _ sabato 24 giugno, info e adesioni QUI

newsletter a cura del CdT Paesi d’Irpinia e di Piccoli Paesi

Written by A_ve

16 maggio 2017 at 19:02

Pubblicato su Varie

SULLE MEFITE (Candidatura Unesco) L’IMPATTO DELLA LIONI-GROTTAMINARDA

STRADA LIONI-GROTTAMINARDA. 30 anni, 430 milioni di euro, in costruzione finora solo un quinto dell’intero percorso.  CONDIVIDIAMO E PUBBLICHIAMO L’APPELLO LANCIATO DAL COMITATO CIVICO DI SANT’ANGELO DEI LOMBARDI. Clicca sul link seguente: https://comitatocivico.wordpress.com/2017/04/10/prepariamoci-ad-ulteriori-scempi/

Schermata 2017-04-21 alle 20.44.50.png

Written by comitatocivicopro

21 aprile 2017 at 18:45

ponte tibetano di Laviano, aggiornamenti

orari giugno-ottobre 2017

ponte tibetano laviano.png

INFO SUL PONTE E NOTIZIE CORRELATE, clicca QUI

locandina orari marzo-maggio 2017.pdf

Written by A_ve

21 aprile 2017 at 16:09

Pubblicato su Varie

Tagged with , ,

normative post terremoto e processi di ricostruzione _ di Gilda Rizzi

Intervento dell’Avv. Gilda Rizzi tenuto al convegno ‘Calamità naturali e gestione del territorio’, 16 marzo 2017  in Sant’Angelo dei Lombardi.

IMG_6725.JPG
Da una esperienza vissuta, la normativa post sisma e la speranza del futuro.

Il terremoto, purtroppo noi l’abbiamo conosciuto il 23 Novembre 1980. Non sapevamo nulla di cosa potessero essere la scala RICHTER, MERCALLI, CRATERE, ogni volta che accadono nuove catastrofi si riapre una ferita profonda, mai chiusa.

Umbria, Marche, Molise, Rigopiano, stesse scene, stesse situazioni, solo che oggi a diffondere le notizie e a far vedere le tragedie ci sono i media, i social, noi eravamo soli, a fare da sfondo ai nostri morti c’era la luna che quante volte abbiamo benedetto quella notte perchè ci faceva da guida.

Protezione civile: insieme delle attività volte a tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti, l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni, solo che la PROTEZIONE CIVILE e’ nata con noi, sulla nostra pelle. Nell’80 arrivarono i ragazzi dell’esercito, arivarono i soccorritori, giovani, inesperti, quelli un po’ piu’ preparati venivano dal nord, avevano avuto essi stessi l’esperienza del friuli, ma scoprono una terra, la nostra, dove c’è chi non si tira indietro di fronte a niente. Infatti la notte successiva, proprio qui a Sant’Angelo dei Lombardi, dopo aver appreso della morte del sindaco Guglielmo Castellano si penso’ a nominare nella prima tenda di fortuna una giovane cittadina di nome Rosanna Repole che dovette purtroppo affrontare una delle realta’ più difficili come quella del dopo sisma.

Leggi il seguito di questo post »

Written by A_ve

21 marzo 2017 at 19:44

comunicare il sociale / casale il sughero (premio recupera-riabita 2015)

Written by A_ve

16 marzo 2017 at 08:45

Pubblicato su Varie

PICCOLI PAESI, ACCOGLIENZA come a RIACE e ALBERGHI DIFFUSI

Analisi a fine 2016, navigando in rete, ecco quello che si muove in Italia intorno al recupero virtuoso di alcuni piccoli paesi, abbandonati e non.


dal blog ‘ GEOGRAFICAMENTE’ / conservazioni e trasformazioni virtuose del territorio, un ampio servizio con raccolta di testi e link su quello che si muove in Italia intorno al recupero virtuoso di alcuni piccoli paesi, abbandonati e non. _ CLICCA QUI


a FAVARA (Agrigento) c’è un notaio che ha un’idea molto americana della vita; ha trasformato un quartiere pericolante in una specie di Quinta strada. Alla ricerca della felicità, e senza spendere soldi pubblici. LEGGI QUI

Stiamo provando a costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere. IL SITO DI FAVARA FARM, QUI

Farm Cultural Park è un centro culturale indipendente di nuova generazione con una forte attenzione all’arte contemporanea e all’innovazione. E’ situato nel cuore del centro storico di Favara, in un quartiere denominato de “I sette cortili” per la sua conformazione urbana caratterizzata appunto da sette piccole corti, e che nel tempo era rimasto semiabbandonato.
Farm Cultural Park ha acquisito alcune delle abitazioni presenti all’interno dei sette cortili, trasformandole in luoghi di esposizione di arte contemporanea, spazi d’incontro, cucine a vista per workshop e pranzi, cocktail bar, shop vintage e altro ancora. In questo modo l’area si è trasformata da luogo abbandonato e degradato, in centro di attrazione turistica e sede di meeting sull’innovazione e le arti.
La nascita di Farm Cultural Park è inoltre servita da stimolo per l’intera cittadinanza di Favara, nel tempo l’intero centro storico si è rivitalizzato, con l’apertura di locali attirando pubblico dai centri vicini, ma soprattutto altri hanno deciso di investire nel binomio centro storico/cultura, creando altre realtà molto interessanti. In questo modo si sta anche cercando di contribuire collettivamente, al raggiungimento di uno degli obiettivi originari dei fondatori di Farm Cultural Park, ossia far diventare Favara la seconda meta turistica della provincia di Agrigento, dopo la Valle dei Templi. PAGINA FB


CENTRO STORICI MINORI / progetti per il recupero della bellezza. A cura di Francesca Romana Stabile, Michele Zampilli e Chiara Cortesi; introduzione di Paolo Marconi. Gangemi Editore
sfoglia QUI


PICCOLI PAESI E ALBERGHI DIFFUSI (da Il Fatto Quotidiano 2 nov. 2016) Sambuca di Sicilia borgo più bello d’Italia, “ma entro il 30 giugno 2017 diventerà un albergo diffuso”, clicca QUI

Written by A_ve

31 dicembre 2016 at 09:26

Pubblicato su Varie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: