piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

Posts Tagged ‘Calitri

BOOK RELEASE, The Ghosts of Italy

CLICK on the BOOK

Written by A_ve

14 settembre 2016 at 07:03

chi siete a chi appartenete cosa andate cercando

“Chi siete? A chi appartenete? Cosa andate cercando?” sono le domande che Vinicio Capossela rivolge al suo pubblico in Nel paese dei coppoloni, il nuovo lavoro di Stefano Obino, ispirato all’omonimo e nuovo libro dell’eclettico artista italiano. Chi conosce, segue o ascolta questo cantante e scrittore, può aspettarsi di tutto da lui, da un suo album, da un suo libro e in questo caso anche da un film. Di tutto e di più, ma sicuramente qualcosa di inaspettato e affascinante.  continua, clicca QUI

Un’opera originale e seducente alla quale sta stretta ogni classificazione di genere; su MyMovies la recensione di Raffaella Giancristofaro, clicca QUI

il TRAILER, clicca QUI

Abbazia del Goleto, 1^ presentazione del libro, QUI

una clip sulla cantata in cantina a Calitri, QUI

Written by A_ve

18 gennaio 2016 at 13:07

Calitri, Fine Living

Dalla TV americana ‘FINE LIVING’, il programma “VADO A VIVERE IN ITALIA”, trasmesso il 4.1.2016. Una signora americana compra casa a Calitri (Alta Irpinia); scene girate a Cairano e a Conza della Campania.

Importanti le motivazioni della scelta. Uno spot ben fatto per promuovere il recupero dei nostri piccoli paesi presso americani e inglesi.

Written by A_ve

16 gennaio 2016 at 13:18

i giorni di Carlo Gesualdo

A Gesualdo (piccolo paese d’Irpinia) sono in pieno svolgimento le attività di ‘Invito a Corte’ il ciclo di eventi organizzato dal Comune col supporto del Pac Regione Campania e col patrocinio del Touring Club Italiano.

-Sabato 28 a Calitri e a Conza, luoghi gesualdiani legati al cardinale Alfonso Gesualdo, zio di Carlo (si veda tra le foto una lettera a lui indirizzata). Magnifico concerto della giovanissima flautista Alessandra del Conservatorio D. Cimarosa di Avellino; all’interno della Scuola Maffucci diretta dal Preside Gerardo Vespucci, momento di ascolto musicale ma soprattutto di cultura bene organizzato dai 200 ragazzi che vi hanno preso parte unitamente al corpo docente della scuola e alla nutrita rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Calitri con i saluti del sindaco Michele Di Maio. Poi, accompagnati dal Presidente della Pro Loco di Calitri e dalla guida regionale Luciana Strollo, si sono aperte le porte dello spettacolare Borgo Castello. Dopo la breve pausa con le famose ‘cannazze’, spostamento a Conza, dove assistiti dalle ottime guide della Pro Loco, si è svolta la visita all’importante Parco archeologico formato dalle rovine dell’antico insediamento del paese completamente distrutto dal terremoto del 1980. Visita approfondita della ex-cattedrale e dei ruderi delle abitazioni ancora piene di ricordi e dei segni di vita lasciati dagli abitanti dell’epoca. All’interno del Parco il museo con le foto del vecchio paese ed il plastico che riproduce fedelmente l’abitato distrutto dal sisma. A Conza nuova, bella accoglienza da parte dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Vito Cappiello e ancora una splendida, suggestiva esibizione di musiche gesualdiane nella cornice della sala consiliare.

-Domenica 29 un gruppo di 50 venosini, partito di buon mattino in bus da Venosa (Pz), è stato festosamente accolto a Gesualdo (Av) dove è stata tenuta una commovente cerimonia di gemellaggio tra i due paesi appartenuti alla famiglia Gesualdo da cui le origini del famoso principe madrigalista : CARLO GESUALDO (clicca per approfondire)  MADRIGALI : clicca qui per ascoltare 

Durante la cerimonia, tenuta nel bellissimo Palazzo Pisapia, dopo l’introduzione tenuta da Michela Forgione (coordinatrice dell’ufficio stampa e comunicazione di Invito a Corte), interventi del Sindaco di Gesualdo Forgione, del Sindaco di Venosa, del Consigliere regionale per la Basilicata (Castelgrande), dell’Arch. Cogliano ideatore del ciclo di eventi, del Presdiente della Pro Loco Gesualdo (Pesiri), del Presidente dell’Associazione Astrea, della Presidente Pro Loco Venosa, del Presidente del Centro Studi musicali Carlo Gesualdo, del Console del TCI (Verderosa).

Dopo la pausa pranzo visita al centro storico e quindi al Castello con l’apertura della Mostra Fotografica ‘Recupera-Riabita’: una selezione di 15 recuperi esemplari ultimati negli ultimi 10 anni in Irpinia; castelli e borghi ben recuperati ma soprattutto oggi riutilizzati dalle comunità locali. E speriamo cha a breve anche il castello di Gesualdo intraprenda il suo cammino per la promozione della cultura irpina nel mondo, generando nuove visioni e mettendo in moto anche novo processi economici legati alla musica gesualdiana e al turismo appenninico.

Le visite guidate e la partecipazione al gemellaggio delle comunità di Gesualdo e Venosa sono state curate dal Club di  Territorio Paesi d’Irpinia.

APPUNTAMENTO a GIOVEDI’ 10 DICEMBRE ore 16 per l’importante Convegno ‘RECUPERA-RIABITA’ nel castello di Gesualdo; clicca qui per il programma. 

 

Written by A_ve

29 novembre 2015 at 22:41

‘INVITO A CORTE’ a Calitri e Conza con il Touring

Visite guidate a Calitri e Conza.png

ATTIVITA’ del TOURING CLUB ITALIANO – Club di Territorio ‘Paesi d’Irpinia’ – nell’ambito delle manifestazioni ‘Invito a Corte’ del Comune di Gesualdo (Av); tutte le attività sono gratuite.

SABATO 21 NOVEMBRE  _ visita guidata

VENOSA, città di Orazio e di Carlo Gesualdo

partenza con navetta bus ore 9 da Gesualdo (Av) e arrivo a VENOSA (Pz) ore 10,30                                                 continua

Leggi il seguito di questo post »

SPONZ FEST 2015 – ALTA IRPINIA

Schermata 2015-07-28 alle 10.42.24

sito ufficiale del Festival   http://www.sponzfest.it/2015/programma/

Il Significato del termine Sponz

Sponz, viene da Sponzare, una parola vicino a sponsale, ma che viene da spugna. Letteralmente significa imbeversi, inzupparsi. Normalmente si dice del baccalà che viene venduto rigido e salato, e per rendersi commestibile deve essere messo in ammollo, deve appunto “sponzare” almeno tre giorni, cambiandogli spesso l’acqua. A quel punto perde rigidità e salinità e diventa buono da mangiare. Così vuole fare con noi lo Sponz fest. Ammollarsi infradiciarsi di musica e racconti, darsi l’occasione di riflettere sul senso della comunità e su un modello di relazionamento sociale ed economico.
Progetto del Comune di Calitri (Comune Capofila) in partnership con i Comuni di Cairano, Andretta, Conza e Aquilonia ammesso ai Fondi PAC – “Piano strategico per il turismo – programma di eventi promozionali” – Avviso pubblico di selezione ex D.G.R.C. n. 45/2015 – “ITINERARI” – Regione Campania Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali PIANO di AZIONE COESIONE

Prevendite per Notte D’Argento: http://www.mailticket.it/evento/6063
Tutti gli aggiornamenti su http://www.sponzfest.it
Per info generali: info@sponzfest.it
Facebook: https://www.facebook.com/calitrisponzfest?fref=ts
Twitter: @sponzfest hashtag ufficiale: #sponzfest15

Ufficio stampa GDG PRESS (www.gdgpress.com):
Giulia Di Giovanni: giulidigi@gmail.com tel 3341949036
Michela Rossetti rossetti.michela1@libero.it tel 3479951730

Written by A_ve

28 luglio 2015 at 08:46

Cosa andate cercando ? (FOTO 2)

“Da dove venite? A chi appartenete? Cosa andate cercando?” FOTO (2)

Diario fotografico di : Giovanni Pandolfo (TCI Campania), Giovanni Maggino (Sinergie), Vito Abate (CAI Campania), Andrea Rinaldi, Filomena Cataldo.

altre foto sono QUI _

Written by A_ve

24 giugno 2015 at 17:16

da dove venite ? _FOTO 1_

“Da dove venite? A chi appartenete? Cosa andate cercando?”

Diario fotografico di una camminata nel solstizio d’estate, da Calitri a Cairano; una traversata epica… Viva l’Irpinia, Vivano i Piccoli Paesi !!!

foto-telefono angelo verderosa

Written by A_ve

24 giugno 2015 at 16:56

Lo Sponz Fest di Vinicio Capossela / consuntivo

foto di roberto panucci

foto di roberto panucci

LO SPONZ FEST – MI SONO SOGNATO IL TRENO – IDEATO E DIRETTO DA VINICIO CAPOSSELA

Il monumento nazionale della musica sociale Giovanna Marini, accompagnata dalla stretta collaboratrice Francesca Breschi, con un emozionante concerto al tramonto nel suggestivo scenario del casello San Tommaso di Calitri, ha chiuso il 31 agosto – tra canzoni legate alla ferrovia, canti anarchici, di lavoro, di resistenza e la commozione del pubblico – lo Sponz fest 2014 “ Mi sono sognato il treno”.

Soddisfatto Vinicio Capossela, ideatore e direttore artistico della manifestazione, che ha ringraziato le tantissime persone che hanno reso possibile la realizzazione della seconda edizione del festival mettendosi volontariamente a disposizione di un’idea di comunità.

“Il treno non c’è e probabilmente non ci sarà – ha dichiarato – quello che è importante è che in questi undici giorni abbiamo percorso questi binari, ci siamo ricordati che esistono, che sono un bene di tutti, come queste canzoni ci ricordano. Una ferrovia realizzata con sacrificio e investimento, che – come scrisse Gustino Fortunato, diede “onore all’Italia” – deve essere sentita come un bene comune, che è doveroso reclamare. Un enorme patrimonio che c’è e che è un grande spreco dare alle ortiche e al degrado. Questi giorni passati insieme spero vi facciano ricordare che la ferrovia non è cosa morta, ma è viva, a patto che noi la rendiamo viva. Trovarsi dentro a una bellissima struttura come la stazione di Conza – Andretta – Cairano, o in prossimità di questo ponte, un miracolo di ingegneria, sono cose che rinnovano lo stupore. Si ha la sensazione di essere in un territorio che ha nel vuoto la sua principale risorsa; in un mondo di agglomerati urbani di alta cementificazione e densità abitativa, il vuoto è il nostro polmone, una realtà che ci permette di respirare, di rifiatare, di immaginare.

Spero che questo festival accenda la consapevolezza che è importante coltivare questo vuoto, affinché non si trasformi in abbandono. Bisogna considerare le risorse di queste terre e cercare di impiegarle.”

Cala così il sipario sullo Sponz fest 2014, un viaggio lungo undici giorni che dall’alba del 20 agosto al tramonto del 31, con musica, arte, parole, seminari, laboratori per bambini, passeggiate ed incontri culinari, ha attraversato i paesi irpini che hanno aderito al progetto, promosso dal Comune di Calitri, con la collaborazione dei Comuni di Aquilonia, Andretta, Cairano, Conza Della Campania, Lioni, Monteverde, Morra de Sanctis, Teora. Leggi il seguito di questo post »

Written by A_ve

2 settembre 2014 at 16:20

SPONZ FEST: Dan Fante e La Fanfare Ciocarlia inaugurano il 20 agosto il festival diretto da Vinicio Capossela

 

SPONZ FEST – MI SONO SOGNATO IL TRENO

Ideato e diretto da Vinicio Capossela |20- 31 agosto Alta Irpinia

FUORI PROGRAMMA: DAN FANTE E LA FANFARE CIOCARLIA

INAUGURANO IL 20 AGOSTO LO SPONZ FEST

Lo Sponz fest, festival itinerante diretto da Vinicio Capossela, che si svolgerà in Alta Irpinia dal 20 al 31 agosto lungo la tratta ferroviaria dismessa Avellino-Rocchetta, come ogni viaggio che si rispetti si aprirà il 20 agosto all’insegna di un fuori programma: saranno le vitalissime sonorità balcaniche della gipsy band di ottoni più veloce al mondo, LA FANFARE CIOCARLIA, a dare inizio alle danze alla stazione di Conza. Non più dunque le note tex-mex dei Los Lobos, che, per motivi personali, hanno da poco ufficialmente cancellato le date del tour italiano.

Ma le sorprese non finiscono qui: il cast dello Sponz fest si arricchisce di un’altra partecipazione eccellente, quella di DAN FANTE, poeta e scrittore, figlio di uno dei massimi esponenti della letteratura americana contemporanea, il grande John Fante. Alle 21.00, prima del concerto della Fanfare Ciocarlia, Dan Fante leggerà alcune poesie e parlerà insieme a Vinicio Capossela del suo rapporto privilegiato con il padre John.

Già dalla mattina alle 9.00 sono previste passeggiate storico naturalistiche lungo il fiume Ofanto con arrivo al borgo antico di Cairano, a cura di Irpinia trekking. Alle 18.00 l’incontro con Giampiero Galasso, archeologo direttore del Museo Archeologico di Bisaccia, sulle necropoli della civiltà di Oliveto-Cairano: un percorso attraverso l’evoluzione delle più antiche comunità indigene dell’Irpinia, attraverso l’analisi delle sepolture rinvenute.

Sotto il titolo dello Sponz Fest 2014 «Mi sono sognato il treno», un’ espressione in uso nella zona, per dire di una persona che si mette in testa un’idea impossibile. Numerosi gli eventi in programma dal 20 al 31 agosto. Un viaggio a tappe, con soste nei nove Comuni che hanno aderito al progetto – Calitri, Aquilonia, Andretta, Cairano, Conza Della Campania, Lioni, Monteverde, Morra de Sanctis, Teora – e con la collaborazione delle associazioni locali.

Il “sogno del treno” porta con sé il confine, la frontiera, l’assenza, la separazione, la migrazione, l’avventura, il paesaggio, il cammino, l’attesa, il racconto, il confronto sociale. Temi che saranno trattati con linguaggi e modalità espressive differenti. La locandina dello Sponz Fest è stata disegnata da Ivo Milazzo. Tutti gli aggiornamenti del programma su www.sponzfest.it

Written by A_ve

10 agosto 2014 at 08:13

Calitri, vicino Cairano : è festa

Tre giorni di festa nel paese degli sposi, un servizio di Luca Bonora per ‘TOURING’ lug ago 2014, la rivista del Touring Club Italiano _ cliccare sull’immagine per ingrandire

touring lug ago 2014 _ calitri sponz fest capossela

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: