piccoli paesi

terre, paesaggi, piccoli paesi / il blog dei borghi dell'Appennino

Posts Tagged ‘qualità

La produzione vitivinicola di qualità in Campania.

Presentazione del mio libro a Taurasi Enoreca region16 ago 2013 002Una sociologa irpina di origine sannita alle prese con il mondo del vino. Può sembrare un controsenso ma, alla fine, ecco venire fuori un prodotto di tutto rispetto. Un libro (“La produzione vitivinicola di qualità in Campania. Protagonisti e territorio”) che è uno spaccato completo di un settore così importante e strategico per il territorio campano. *

Luciana Palumbo, al suo primo lavoro editoriale, per la casa editrice Mephite, propone, dunque, un libro interessante per chi volesse approfondire il mondo della viticultura in Campania e le vicende dei suoi protagonisti. Analizzando lo sviluppo del settore vitivinicolo campano, reso possibile grazie al consolidamento ed alla diffusione di iniziative imprenditoriali che hanno saputo coniugare i saperi tradizionali con le conoscenze e le tecniche della moderna enologia, l’autrice punta alla focalizzazione delle realtà maggiormente orientate alla qualità.

Sociologia e imprenditoria del settore vitivinicolo: uno strano connubio. Come mai ha deciso di scrivere un libro sul vino?

Se si premette, ad esempio, che il campo di interesse della Sociologia spazia dall’analisi dei brevi contatti fra individui anonimi, allo studio dei processi sociali locali e globali, che nel percorso universitario ho studiato Sociologia dell’organizzazione aziendale e produttiva, che la Sociologia cerca di comprendere il perché della realtà presente a partire dalla conoscenza dello sviluppo storico di tale realtà, allora il connubio con i contenuti del mio libro diventa speciale. Ho avuto modo di osservare direttamente le sequenze che riguardano la produzione vitivinicola: dallo scasso dei terreni, sempre necessario, prima dell’impianto di un nuovo vigneto, alla sistemazione delle barbatelle, alla presa in considerazione dell’ambiente di accoglimento della vite (salubrità dei terreni), all’accompagnamento sempre costante e attento del vitigno fino alla raccolta delle uve.

La vendemmia, il trasporto in cantina, e conseguente trasformazione; la cantina è assai severa, irrimediabilmente abbandona il cantiniere se questi non si adopera nei modi e nei tempi giusti. E poi, l’altra parte del mondo vitivinicolo, la commercializzazione, che ho conosciuto attraverso i maggiori rappresentanti.

Ho afferrato tanto dal compianto Lucio Mastroberardino (Terredora).  “Lucio era una persona di vero pregio. Elegante, sobria, generosa, attenta, cordiale. Mio padre lo apprezzava parecchio sia come persona sia come ‘commerciante’”. Tuttavia la fascinazione per l’universo vitivinicolo viene prima ancora. Ho avuto il piacere di avvicinare l’impegno di chi professionalmente si occupa di marketing aziendale nel settore in questione, e di essere avvicinata dall’abbondanza discorsiva a proposito di note imprese radicate sul suolo nazionale.

Leggi il seguito di questo post »

cos’è EATALY

Domenica mattina sono stato ad Eataly (si pronuncia ‘itali’, mettendo assieme EAT -mangiare- con ITALY) , nella sede di Roma, alle spalle della Stazione Ostiense (metro Piramide). Cos’e Eataly e perchè ve ne parlo ? Ho conosciuto Oscar Farinetti (fondatore di Eataly) l’anno scorso, d’ottobre, da Peppe Zullo ad Orsara di Puglia; ero in compagnia di Antonio Vespucci;  lo conoscevo attraverso la stampa  e ho condiviso dal principio le sue idee. Ho letto qualche mese fa il libro che ha scritto con altri artisti e imprenditori attraversando l’Atlantico su una barca a vela  “7 idee per l’Italia”; vi consiglio di leggerlo.  Eataly -apre nel 2007 a Torino poi a New York e in altre città italiane e giapponesi- promuove il meglio dei prodotti agricoli e gastronomici d’Italia. Sì, agricoli innanzitutto. Salta la grande distribuzione e quindi l’intermediazione. Si può acquistare ma si può anche mangiare quello che si vede esposto; ci sono vari angoli ristoro in ogni Eataly.  Come potete vedere nelle foto, prodotti e produttori sono presenti in via diretta e con filiera corta.  Significa che anche i prodotti del nostro territorio (vino, castagne, tartufo, noci, mele, patate, farina, ecc.) potrebbero arrivare nei punti vendita di Farinetti. Come ? per esempio andando sul sito a questo LINK  http://www.eataly.it/index.php/contatti/sei-un-fornitore/

Cos’è Eataly   L’obiettivo che Eataly si pone è provare a percorrere una nuova via nel sistema della distribuzione alimentare e della commercializzazione dei migliori prodotti artigianali, ispirandosi a parole chiave quali sostenibilità, responsabilità e condivisione. Eataly vuole dimostrare che esiste la possibilità di offrire a un pubblico ampio cibi di alta qualità a prezzi sostenibili comunicando, al tempo stesso, i criteri produttivi, il volto e la storia di tanti produttori che costituiscono il meglio dell’enogastronomia italiana. Per approfondimenti : FILOSOFIA  LINK http://www.eataly.it/index.php/mondo-eataly/filosofia/   CHI SIAMO   LINK  http://www.eataly.it/index.php/mondo-eataly/chi-siamo/

Seguono alcune foto scattate col nokia, tante persone, curiosi, acquirenti e clienti… tantissimi giovani al lavoro, molti prodotti del SUD.  FORZA RAGAZZI, la nostra migliore risorsa nei piccoli paesi dell’Appennino è la terra. Salviamola ! Salveremo i piccoli paesi.  _ angelo verderosa 23 10 2012

Marzo 2014 : abbiamo visitato ‘Eccellenze campane’ a Napoli https://piccolipaesi.wordpress.com/2014/03/24/cose-eccellenze-campane/

Written by A_ve

23 ottobre 2012 at 17:34

da Terratosta a Piccoli Paesi via Cairano 7x

  Cari amici di Piccoli Paesi, dopo la presentazione a Cairano 7x 2011, la nostra “rete acquisto qualità” per agevolare i ritiri si è spostata nel “centro” di Avellino al piano terra di vico Materdomini n.1 difronte la Cripta del Duomo (palazzo giallo), dove oltre me, la cordialissima e simpaticissima Caterina Martone, proprietaria dell’immobile, sarà a disposizione di tutti per le consegne dei prodotti ordinati… a tal proposito vi indico il numero di telefono di Caterina: 348 6412799 speranza di allargare il gruppo quanto prima e di stimolare una continuità settimanale degli ordini vi invito a coinvolgere altre possibili persone interessate alla rete acquisto qualità, per garantire il raggiungimento del quantitativo minimo d’ordine settimanale. Vi allego i listini aggiornati e vi ricordo i termini per gli ordinativi:

Leggi il seguito di questo post »

Written by A_ve

19 aprile 2012 at 09:07

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: